.

PERCHE' RIABILITARE IN ACQUA?



Perché è un’attività terapeutica che integra e completa il percorso riabilitativo, intesa sia come ambiente/contesto, in cui è immersa la persona, sia come mezzo/strumento a disposizione dell’operatore.

Lo “strumento” acqua, grazie alle sue leggi fisiche, permette all’operatore di lavorare in un contesto ottimale, sia perché piace, rilassa e regala sensazioni di benessere, ottenendo così un rilassamento muscolare che facilita la mobilizzazione globale del corpo, sia perché sostiene e alleggerisce il peso corporeo senza aggravare sulle articolarità, motivo per cui alcuni esercizi di riabilitazione funzionale che prevedono il carico possono essere attuati prima in piscina che non in palestra. L’acqua ci fornisce un lavoro contro resistenza e grazie ad un uso adeguato degli ausili diventa utile a tutti i casi dove il recupero ed il poteziamento muscolare deve essere graduale e controllato.

Si acquisiscono nuove consapevolezze, non solo sull’area motoria ma anche su quella relazionale, cognitiva e sociale. Perciò acqua come ambiente/contesto terapeutico efficace, sia per la motricità ma anche della sfera psichica/affettiva di ogni persona.